Genealogia italiana di Stefania Fangarezzi

Genealogista professionista

Piccolo glossario di genealogia

Per questo glossario si ringraziano: Wikipedia, Guida Generale degli Archivi di stato Italiani, Guida degli Archivi Diocesani d'Italia; per le fonti citate.)

Attenzione, il glossario è sempre in aggiornamento e quindi alcune informazioni, in particolare alcuni collegamenti ipertestuali (link) potrebbero non funzionare. Ce ne scusiamo, grazie.

Regolamenti di legge relativi alle deleghe: Delega.

Salta tutto e vai al testo Salta tutto e vai al menù

Codice Napoleonico

Codice Napoleonico, Stato Civile ed eredità legislativa di Napoleone in Italia: quando l'imperatore francese con la sua discesa in Italia influenzò tra l'altro anche i Codici degli Stati Preunitari.

Il Code Napoléon, così chiamato perché voluto da Napoleone Bonaparte, rappresenta uno dei più consistenti e duraturi lasciti del periodo napoleonico, tuttora in vigore in Francia.

Redatto da una commissione nominata da Napoleone nei primi anni dell’800, viene emanato il 21 marzo 1804.

Il Codice è stato voluto per mettere argine alla miriade di leggi e complicanze giuridiche di origine antica ed ancora mantenute in vita nei codici precedenti.

Il codice si ispira al diritto consuetudinario della tradizione franco-germanica, caratteristico del nord della Francia dei pays de droit coutumier, senza tralasciare come modello di riferimento il diritto romano prevalente nel centro-sud del paese dei pays de droit écrit

Altra importante eredità del periodo napoleonico è la creazione dello Stato Civile: introdotto in Italia con il decreto del 27 marzo 1806 n. 27 a seguito dell’annessione di diverse regioni all’Impero francese, rimane in vigore fino al 1815.

Link di riferimento al dato riportato:
  Il Codice napoleonico.
Inserito da
Marco Grazia il 22 03 2022
Torna in alto